Ultime vincite del gratta e vinci: Bologna, Arcade, Chiarano

L’intera penisola italiana è nuovamente vittima della pandemia da Covid-19. Gli esercizi commerciali, i bar, i ristoranti, si sono fermati ancora, stavolta alle 18. Come molti, gli esercenti che si occupano di gioco d’azzardo hanno subito un enorme calo di vendite e utenze tranne il gioco online.

Allo stesso modo, però, alcuni italiani hanno avuto l’abilità e la fortuna di togliersi enormi soddisfazioni di gioco prima di queste nuove e pesanti chiusure.

Oggi vi parleremo dei casi di Bologna, Arcade e Chiarano.

A Bologna, intorno alle 19 del 27 ottobre scorso, un signore di circa settant’anni ha acquistato dei Gratta e Vinci Maxi dal valore di 20 euro ciascuno. Ne ha chiesti cinque, spendendo quindi cento euro, ma non è riuscito a vincere più di 20 euro. Senza farsi scoraggiare dalla fortuna che, sembrava girargli le spalle, ha richiesto un altro Gratta e Vinci Maxi, vincendo 40 euro.

Il signore, a quel punto, ha richiesto un ultimo Gratta e Vinci portando a casa un premio inaudito, come ha raccontato Alberto Mazzacurati, titolare della tabaccheria bolognese:

“Era molto agitato, gli ho detto di non parlarne con nessuno, nemmeno con il suo pesciolino rosso – scherza Alberto – mi ha detto che aveva un gatto, ecco, gli ho detto, non lo dica neanche a lui, gli ho raccomandato di non perdere il biglietto e di andare alla banca Intesa San Paolo (lo sportello dedicato per la riscossione delle vincite – ndr) perché aveva vinto 2 milioni e, forse per l’emozione, non riusciva a identificarne nemmeno una”.

Una cifra minore, ma comunque molto considerevole, è stata vinta lo scorso 4 novembre al Bar tabaccheria “In Piazza” nel Comune di Arcade, nella provincia di Treviso. Si tratta ovviamente della vincita più alta mai registrata nel locale che oggi ha espone la schedina vittoriosa. Il successo è arrivato grazie al gioco “numeri fortunati” che portato nelle tasche del fortunatissimo giocatore oltre 200.000 euro. I titolari del bar hanno immortalato la schedina scrivendo sui social “Congratulazioni al fortunato! 200mila euro è la vincita più grossa realizzata nel nostro locale”.

L’ultimo caso riguarda invece una vincita minore ottenuta in un piccolo comune in provincia di Treviso. Il piccolo comune di Chiarano sorge poco fuori Treviso e, all’interno della sua unica frazione “Fossalta Maggiore di Chiarano”, è arrivata la fortunata vincita.

Infatti, lo scorso 20 ottobre, all’interno dello Snack Bar “Passatempo”, un cliente ha acquistato un Gratta e Vinci “Miliardario” da cinque euro. In breve, si è accorto di aver grattato un biglietto fortunato che gli è valso l’ottima vittoria di 10.000 euro, al netto delle tasse dovute allo stato. Esattamente cinque mesi prima, il 20 luglio, un’altra cliente era entrata nel locale e aveva cinto la stessa somma, pagando però il biglietto 10 euro e non cinque. I proprietari del locale, entusiasti, hanno pubblicato sui social una foto della schedina vittoriosa e del loro volto soddisfatto.

Fortunatamente, anche in tempi bui come quelli che stiamo vivendo, qualcuno è riuscito a sorridere grazie a queste vincite incredibili.